Cowash: un modo alternativo di lavare i capelli

E’ la moda del momento. Tutti ne parlano. Ma cos’è?

Intanto il suo significato è “Conditioner Only Wash”, cioè “lavaggio con solo balsamo”.

E’ un metodo che evita di stressare i capelli perché è super delicato, ma efficace. Lascia i capelli morbidi, setosi e puliti, senza l’utilizzo dello shampoo. E’ ideale in estate e per chi va al mare o in piscina, per chi ha bisogno di lavarli spesso, per chi ha capelli fragili, fini e anche per chi pratica sport. Non irrita la cute e non indebolisce i capelli. Anzi!

In pratica si tratta di lavare i capelli con solo balsamo (che contiene tensioattivi più delicati degli shampoo), a cui aggiungere dello zucchero. Il balsamo penserà a lavare i capelli, mentre lo zucchero effettuerà uno scrub sulla cute e la detergerà, pulendola e sgrassandola senza aggredirla.

Come si effettua?

Per prima cosa scegliere un balsamo con ingredienti eco-dermocompatibili e zucchero di buona qualità (va bene anche bianco, ma meglio se di canna). Più o meno le quantità sono una tazzina di zucchero e una di balsamo (se i capelli sono lunghi la quantità del balsamo aumenterà). Si miscelano insieme il balsamo e lo zucchero e li si spalma sui capelli e sulla cute dopo aver bagnato i capelli. Si massaggia bene la miscela sulla cute e si lascia riposare per almeno cinque minuti. Poi si risciacqua abbondantemente.

Un’alternativa al cowash può essere il gelwash, cioè utilizzare oltre al balsamo e allo zucchero, del gel di Aloe vera oppure del gel di semi di Lino. E’ indicato soprattutto per chi ha la cute particolarmente grassa. Il procedimento è lo stesso, ma cambiano le quantità: una tazzina di gel, una noce di balsamo e un paio di cucchiai di zucchero. Se poi si vuole togliere ancora meglio il crespo dai capelli e renderli ancora più idratati e morbidi, si può aggiungere un cucchiaio di miele.

Una via di mezzo tra cowash e shampoo tradizionale può essere quella di aggiungere allo shampoo un cucchiaio di zucchero. In questo modo il cuoio capelluto sarà più sano per l’effetto esfoliante dello zucchero, che eliminerà le cellule morte e sarà molto efficace soprattutto in caso di forfora, irritazione e prurito. In più, lo zucchero permette di far assorbire meglio la parte idratante e nutriente delle maschere e dei balsami e renderà così i capelli più lucidi e morbidi. Non si deve aver paura che possa lasciare un effetto appiccicoso perché a contatto con l’acqua si scioglierà e non lascerà traccia né odori.

Lo zucchero, considerato il veleno di questo secolo per il nostro organismo (se assunto in quantità non idonee), diventa così un protagonista importante, se utilizzato per uso esterno, nella cura dei capelli e della cute.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*