Gli antiossidanti nei cosmetici

L’inserimento di sostanze antiossidanti nei prodotti cosmetici e, ancora meglio, negli integratori alimentari aiuta a neutralizzare i radicali liberi, contrastando i fenomeni ossidativi e quindi l’invecchiamento cellulare. Se si tratta di integratori, si avrà anche il mantenimento o il recupero del benessere dell’organismo.

L’inquinamento ambientale, il fumo, lo stress psico-fisico che la vita frenetica di oggi provoca, un’alimentazione sgretolata, esposizione solare irresponsabile, diete non equilibrate …sono tutti elementi che contribuiscono a indebolire le difese del nostro organismo, rendendolo suscettibile all’attacco dei radicali liberi. Questi, essendo particolarmente reattivi, danno via a reazioni a catena che danneggiano le cellule e creano il cosiddetto stress ossidativo, l’anticamera dell’invecchiamento cellulare e anche di numerose malattie.

Tecnicamente i radicali liberi sono molecole o atomi che contengono almeno un elettrone spaiato nel loro orbitale più esterno (la loro parte più esterna). Per questo sono instabili e ricercano la stabilità con una forte reattività: cioè tendono a reagire tra loro e con le molecole circostanti per strappare i loro elettroni e ripristinare così l’equilibrio elettro-magnetico. Questo processo crea altre molecole instabili che a loro volta cercano di strappare elettroni, innescando così reazioni a catena che a poco a poco danneggiano le strutture cellulari. In parole povere, i radicali liberi sono smaniosi di “far sposare” il loro elettrone spaiato e sono quindi alla ricerca di una moglie, che portano via ad un’altra molecola, che a sua volta la porta via a quella vicina e così via… creando una reazione a catena.

La produzione di radicali liberi è un evento fisiologico che si verifica nelle reazioni che avvengono nelle cellule. Quando però, in condizioni particolari, questa produzione è troppo massiva si va incontro a invecchiamento veloce e deterioramento cellulare massiccio.

In condizioni normali e in un organismo sano, i sistemi di difesa sono in grado di catturare i radicali liberi e contrastare così le loro reazioni a catena, salvaguardando le cellule. I principali sistemi di difesa sono:

  • Enzimatici, che catalizzano (cioè velocizzano) le reazioni di trasformazione dei radicali liberi in molecole stabili e non dannose (ad esempio la SOD o superossidodismutasi).
  • Non enzimatici, che reagiscono con i radicali liberi disattivandoli e rendendoli così innocui. In questa categoria rientrano numerose molecole (vitamine, polifenoli, glutatione, coenzima Q10, acido lipoico, …).

Quando la quantità dei radicali liberi presenti supera la capacità di difesa dei sistemi antiossidanti, il nostro organismo non è più in grado di neutralizzarli e si va incontro a una situazione di “stress ossidativo” con accelerazione dei processi di invecchiamento prima a livello cellulare, poi tissutale, fino ad arrivare agli organi.

Il primo organo a subire il danno dei radicali liberi è la pelle.

A livello cutaneo i radicali liberi determinano numerose alterazioni: secchezza, discromie, rughe, perdita di tono ed elasticità, nei casi più gravi tumori della pelle.

Quindi gli antiossidanti nei cosmetici risultano ingredienti protettivi di importanza fondamentale. E sono in grado di proteggere non solo la pelle, ma anche i principi attivi del cosmetico stesso: le sostanze grasse presenti nei cosmetici infatti in presenza di ossigeno, luce e calore vanno incontro ad alterazioni chimico-fisiche, che comportano la diminuzione dell’efficacia del prodotto e in alcuni casi anche la formazione di composti potenzialmente dannosi (si degradano, cioè si ossidano).

Una categoria di antiossidanti molto utilizzata nei cosmetici è quella delle vitamine. La vitamina A(retinolo) per esempio è fondamentale perché stimola il turnover cellulare dell’epidermide e inibisce la degradazione del collagene. Questi effetti si traducono in un’azione antirughe ed elasticizzante della pelle.

L’azione della vitamina A, viene potenziata da quella di un’altra vitamina, quella E (tocoferolo). La vitamina E, oltre ad avere spiccate proprietà antiossidanti perché previene il danno dell’ossidazione sulle membrane cellulari, stabilizzandole, ha anche proprietà emollienti, lenitive e disarrossanti, che la rendono perfetta per tutti i tipi di pelle, ma in particolare per quelle delicate e sensibili.

Anche gli acidi grassi essenziali (gli Omega 3 o vitamina F) sono molto importanti per la loro azione protettiva nei confronti delle membrane delle cellule, che rende la pelle più morbida, idratata e compatta. Sono perfetti soprattutto per chi soffre di pelle secca e che tende a desquamarsi.

Anche la vitamina B3 (niacina) è importante nei prodotti per la protezione della pelle perché, favorendo il differenziamento dei cheratinociti e aumentando la sintesi delle ceramidi, riduce la perdita di idratazione e migliora così la sua funzione barriera.

Anche il pantenolo (precursore della vitamina B5) viene molto utilizzato nei prodotti cosmetici dedicati alla pelle e ai capelli grazie alle sue proprietà idratanti e riepitelizzanti. Una sua carenza può provocare dermatiti e caduta dei capelli. Così come la carenza di vitamina B5 (piridossina) e vitamina B8 (biotina o vitamina H).

La vitamina C (acido ascorbico) è dotata di importante attività antiossidante anche a livello cutaneo. Schiarisce le macchie e uniforma l’incarnato e stimola la sintesi delle proteine strutturali del derma (il collagene).

Oltre alle vitamine, tra le sostanze vegetali dotate di proprietà antiossidanti utilizzate in cosmetologia si ritrovano i polifenoli, come il resveratrolo (che in più svolge anche azione antinfiammatoria e migliora la circolazione cutanea), come quelli contenuti nel Tè verde, come gli isoflavoni di Soia, come la silimarina(estratta dal Cardo mariano e dal Carciofo), come le proantocianidine (contenute nei semi d’Uva), come il picnogenolo (presente nel Pino marittimo). I polifenoli sono componenti delle piante molto importanti perché le proteggono nei confronti dei microrganismi, degli insetti e di numerosi fenomeni ambientali (radiazioni UV, temperature elevate). Per questo vengono molto utilizzati in cosmetologia: per la loro azione antiossidante protettiva, antinfiammatoria e vasotonica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*